Apre “Libri al Centro” e la letteratura spopola

imageApre con successo “Libri al Centro”, l’originale festival letterario diretto da Roberto Ippolito che per una settimana, dal 13 al 19 aprile, si svolge nel centro commerciale Cinecittàdue di Roma. Pienone già prima di cominciare. A un’ora dalla partenza, alle 17.00 di oggi 13 aprile, non ci sono già più sedie libere sulla terrazza interna di Cinecittàdue. Quando poi si avvicina il debutto di “Libri al centro”, c’è tanta folla in piedi. La letteratura dunque spopola.
L’affluenza é da record per Riccardo Iacona che con il suo “Utilizzatori finali” (Chiarelettere) pone l’attenzione sui comportamenti sessuali e le deviazioni degli italiani e irresistibile é l’ironia di Dario Vergassola con il suo romanzo d’esordio “La ballata delle acciughe” (Mondadori Electa).

“Si realizza così la trasformazione del centro commerciale in un centro culturale”, commenta Ippolito, a conclusione della giornata inaugurale della seconda edizione di “Libri al centro”.
Il fatto è questo: con la manifestazione di Cinecittàdue, i libri stanno tra la gente e con loro si riscopre il piacere di stare insieme per discutere di tematiche di scottante e anche tragica attualità, così come di sorridere e di immaginare con la fantasia scenari imprevedibili.

L’importanza dell’evento è stata sottolineata anche da Giovanna Marinelli, Assessore alla Cultura e al Turismo di Roma, che durante la cerimonia di apertura ha dichiarato: “Apprezzo ‘Libri al centro’ perché porta la cultura fuori dai luoghi tradizionali e in periferia. Nel nostro Paese abbiamo perso due milioni e mezzo di lettori. Il nostro interesse, la nostra urgenza è quella di coinvolgere i non-lettori, il nostro obiettivo è quello di portare i libri in mezzo alla gente”.

L’evento, promosso da Cinecittàdue con la collaborazione delle librerie Arion e di Espressamente Illy, propone quest’anno un calendario ancora più ricco, che spazia dalla narrativa all’attualità, passando per la politica, l’arte, la fotografia, lo sport e la cucina. Martedì 14 aprile sono in programma Andrea Carandini e Lorenzo Marone; mercoledì 15 Marco Damilano e Marco Lillo; giovedì 16 Nicola Gratteri, Giorgione e Terranova; venerdì 17 Giancarlo De Cataldo e Mario Almerighi; sabato 18 Roberto Pruzzo con Susanna Marcellini, Edoardo Boncinelli, Maria Latella e Alessia Gazzola; domenica 19 aprile Giorgio Nisini, Roberto Koch, Marco Presta e Michela Marzano con Giovanna Casadio. Gli editori dei titoli proposti sono Bur, Chiarelettere, Contrasto, Einaudi, Fazi, Feltrinelli, Gambero Rosso, Longanesi, Mondadori Electa, Rizzoli, Ultra e Utet.

Grande interesse anche per la mostra fotografica “I tanti Pasolini”, realizzata dall’Archivio Riccardi e curata da Giovanni Currado e Maurizio Riccardi. Più di venti scatti che ritraggono espressioni, posture e perfino vestiti con eccezionale varietà, ma soprattutto l’anima di un uomo che è stato poeta, scrittore, regista, sceneggiatore, drammaturgo, opinionista. Concepita appositamente per “Libri al centro” a 40 anni della morte, la mostra rimane aperta al pubblico per tutta la durata della manifestazione, sino al 19 aprile.
Il già fitto programma è arricchito quest’anno da due incontri pensati per gli amanti del buon vino: lunedì 13 aprile, alle ore 17.15 e alle ore 19.00, sono state pensate infatti degustazioni condotte da Antonio Mosca, Sommelier e Socio della Associazione Romana Sommelier. L’appuntamento è previsto in calendario anche per sabato 18 aprile alle ore 18.00 e alle ore 19.00.

Tutti le iniziative si svolgono sulla terrazza “Espressamente Illy”, al terzo livello, perfettamente integrata con tutti i negozi dei livelli inferiori e affacciata sulla “piazza” del centro commerciale.

“Libri al centro” è interamente finanziato dai negozianti del centro commerciale ma è fortissimo il legame con le istituzioni: gode infatti del patrocinio di Roma Capitale e delle Biblioteche di Roma. Inoltre l’evento è oggetto di studio da parte degli allievi del Master in Editoria, Giornalismo e Management Culturale della Sapienza accompagnati dalla coordinatrice didattica Maria Francesca Gagliardi.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?