A cena col Vampiro – Abigal Gibbs

Titolo: A cena col Vampiro
Autore: Abigal Gibbs
Data di pubbl.: 2014
Casa Editrice: Fabbri editori
Genere: fantasy romantico
Traduttore: Anita Taroni
Pagine: 334
Prezzo: 14.90

«Vedi, se resti abbastanza cosciente da provare vergogna, da sentirti violata, sarà ancora più divertente..” Kaspar mi aveva salvato dal mio destino. Prima che fosse troppo tardi. E mi aveva anche avvertito di stare lontano da Ilta. “Che stupida sono stata a fidarmi di lui, a lasciarlo avvicinare. Kaspar aveva ragione: avrei dovuto stargli alla larga. E invece ho ballato con lui. Ho lasciato la festa da sola. È stata colpa mia». (Violet pag.201)

Londra, giorni nostri. Violet, la figlia del ministro della difesa inglese, si sta recando a una festa. Durante il suo tragitto è costretta a passare per Trafalgar Square. Qui è costretta ad assistere a uno spettacolo davvero raccapricciante: sei ragazzi, pallidi e molto belli, assaltano una trentina di uomini armati di strani bastoni d’argento. Nessuno, tra quei trenta, sopravvive. Finito il massacro i sei assassini si voltano e il loro capo, Kaspar, si accorge ella presenza di Violet. Dopo averle rivelato di essere il signore dei vampiri, ordina ai suoi compagni di rapire la ragazza senza ucciderla. Verrà portata nella loro dimora perchè possa diventare il passatempo di Kaspar. Ma quando Violet rivelerà il nome di suo padre, tra i vampiri scoppierà la tensione. Il regno dei vampiri e il governo degli umani sono sul punto di far scoppiare una guerra assai violenta. Solo la salvezza di Violet può garantire la pace tra i due popoli. Ma qualcuno non è d’accordo. Kaspar e i suoi fratelli dovranno fare di tutto per proteggere la giovane ed evitare un genocidio senza precedenti.

È da molto tempo che in molti fantasy, specie quelli tinteggiati da sfumature romantiche, si scomodano i parenti di Dracula. Il copione, lasciatemelo dire, è sempre lo stesso: una ragazza si imbatte per (s)fortuna in un vampiro, sempre bello e ricco, che la salva da qualche pericolo e tra i due scoppia l’amore. La storia in genere si conclude con un lieto fine, dove la bella di turno deciderà di farsi trasformare in vampiro per restare sempre vicino all’amato immortale. Anche questo libro non è da meno. Kaspar è il bello e dannato, quello che avvicina e allontana in continuazione Violet, come se la ragazza fosse uno yoyo, lei è la tenace eroina dura fuori ma burro dentro. E il pazzo sadico che inizialmente si dimostra amico di lei, salvo quando cerca di farle la pelle, salta fuori, come sempre, proprio a metà del libro. Ok nel finale la ragazza non si trasformerà proprio in una vampira ma poco ci manca. Un commento in poche parole? Ben scritto ma per nulla originale.

1

Acquista subito

Gabriele Scandolaro

Mi chiamo Gabriele e sono un lettore. Ho iniziato a leggere quando ero molto piccolo, complice una nonna molto speciale che invece delle classiche favole riempiva le mie giornate raccontandomi i capolavori teatrali di Shakespeare e di Manzoni. Erano talmente avvincenti le sue narrazioni che, appena mi è stato possibile, ho iniziato a leggere per conto mio. Ma terminato il mio primo libro ne ho iniziato subito un altro. Poi un altro. Da allora non riesco più a smettere di leggere. Quando non leggo o studio, lavoro come Educatore e suono il violino.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?