72 ore – Guido Bagatta

Titolo: 72 ore
Autore: Bagatta Guido
Casa Editrice: Cairo publishing
Genere: Romanzo
Pagine: 298
Prezzo: 15,00 euro

Da poco pubblicato da Cairo editore nella collana Scrittori Italiani, letteratura per adolescenti, 72 ore di Guido Bagatta, è nato prendendo spunto da una storia vera. L’autore ci consegna una narrazione adatta a giovani che non hanno ancora varcato la soglia dell’età adulta, ma capace anche di far riflettere i genitori in cosa possono incappare i figli minorenni quando decidono di voler essere indipendenti.

Carolina è una ragazza di 16 anni, timida e studiosa, che si trova a dover metabolizzare la prima cocente delusione d’amore. La sua famiglia è considerata perfetta, “l’happy family” dei telefilm americani. Il padre giornalista è tra i due genitori colui che le dedica più tempo e attenzioni; la madre, manager di un’importante azienda, trascorre invece molto tempo fuori casa. C’è una governante che sopperisce alle sue necessità primarie, anche se i genitori non le hanno mai fatto mancare attenzioni e amore. Da un po’ di tempo a scuola le cose non vanno proprio bene: ritardi alle lezioni, assenze giustificate con falsificazioni, studio e profitto scarsi. La causa di tutto ciò è Mattia, di cui Carolina si è innamorata. Per lui ha perso la testa ma anche il rispetto per se stessa e per la sua vita e, cosa più grave, ha anche imparato a mentire. Un giorno i genitori vengono convocati dalla preside che intende far luce su questa situazione anomala per un‘allieva che è sempre stata modello per i suoi compagni. Questo fatto apre una crepa nel rapporto con i genitori, portando alla luce sentimenti mai espressi e, in poche ore, scombina gli equilibri di quella vita che agli occhi di tutti sembrava perfetta.

72 ore si rivela un libro appassionante, romanzo capace di raccontare una storia magari senza  pretese moralistiche ma con la sottesa consapevolezza di aprire gli occhi su cattive strade che certe esperienze possono far imboccare. Il linguaggio usato dalla protagonista e da tutti gli altri personaggi giovani è lo slang tipico dell’età, un codice di appartenenza. Bagatta nel raccontare le vicende  di Carolina si ispira proprio ad un fatto reale, conosciuto più all’estero (in particolare Francia, Inghilterra e Canada) che in Italia: una sconsiderata sfida dei social network – Facebook in primis –  che impone  di sparire  per 72 ore senza lasciare traccia alcuna. Così la nostra protagonista parte per un viaggio-sfida che la porterà a Barcellona cercando di imparare il più possibile da questa esperienza e vivendola pienamente in tutte le sue manifestazioni: alcol, sesso e droga.

Un libro dal ritmo serrato che stimola il lettore fino all’ultima pagina e mette in luce due mondi contrapposti, quello dei giovani dell’ultima generazione desiderosi di scoprire, anche attraverso esperienze forti, sia l’altro sesso sia lo sballo dell’alcol e della droga e quello dei genitori moderni che  per il lavoro e la carriera poco si concentrano sulle priorità dei figli. Il viaggio di Carolina è una sfida con se stessa e rappresenta il simbolo dell’inquietudine dell’adolescenza. Il lettore attento troverà una narrazione dagli spunti interessanti su tematiche importanti quali l’amicizia, l’amore e i problemi esistenziali dei giovani che li possono condurre a percorrere una strada  talvolta sbagliata.

0

Acquista subito

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?